Call Us +39 055 848004
Loc. Casenuove Taiuti 45, 50038
Scarperia e S. Piero - Firenze

La parola ceramica racchiude nel suo significato tutti i tipi di terracotta; dalla terracotta da esterno (quella rossa per intendersi) a quella da interno. Nella vita quotidiana però la parola ceramica viene utilizzata per gli articoli da interno (come la ceramica dipinta a smalto, a freddo, il patinato ...).

Come gli articoli da esterno anche questi sono interamente lavorati a mano. Il procedimento è lo stesso della terracotta da esterno la differenza è nella terra che viene usata. Quella per l'esterno è una terra di galestro (rossa); per l'interno o meglio per la terracotta artistica usiamo: la terra ad effetto travertino, la terra di maiolica o la terra bianca.

La terra effetto travertino è una terra tendente al colore rosa; per poter fare un pezzo in travertino il procedimento di lavorazione è lo stesso della terracotta da esterno ma tali oggetti hanno bisogno di una lavorazione aggiuntiva, quella di finitura. Questa lavorazione molto lunga e delicata consiste nell'ultimare l'oggetto con molte mani di cere e patine, per poter arrivare ad avere un effetto travertino con in più l'oro se si vuol arrivare ad un travertino e oro.

La maiolica essendo una terra rossa viene utilizzata per arrivare sempre con l'utilizzo di cere e patine ad un colore sul marroncino chiamata "scavo" o con in più l'oro per arrivare ad una finitura "scavo e oro".

La terra bianca viene utilizzata invece per fare la finitura a smalto. Tali oggetti dovranno tornare in forno per altri tre giorni ad una temperatura di 900 gradi. L'oro viene posto sull'oggetto successivamente alla cottura.